Comune

Bando "Startup in rete"

Il Comune di Milano lancia il bando “Startup in rete” con lo scopo di promuovere l’aggregazione di imprese attraverso differenti forme quali la creazione di partnership di imprese o di professioni e/o la costituzione di contratti di rete, così da supportarne i processi di riorganizzazione delle filiere e di incrementarne l’efficienza produttiva. Il bando è inoltre di supporto alla microimprenditorialità.

Il Comune di Milano con il presente bando ha stanziato 300mila euro per aiutare le piccole imprese, costituite da un massimo di 48 mesi, a collocarsi in un circolo virtuoso di collaborazioni, attivare nuovi modelli imprenditoriali e aumentare la competitività sul mercato.

Le imprese che si aggiudicheranno il bando avranno diritto al contributo economico (fino a un massimo di 15mila euro) e potranno accedere ad un percorso di accelerazione d’impresa di quattro mesi creato appositamente da FabriQ.

Questa iniziativa prosegue il percorso del comune di Milano che ha tra le proprie finalità la promozione ed il sostegno dell’innovazione sociale ed economica sul proprio territorio attraverso forme di incentivazione economica e di servizi di affiancamento alle imprese, incubatori ed acceleratori. Milano è quindi la prima città nel panorama italiano a sperimentare un’innovativa modalità di sostegno attraverso l’attivazione di nuovi modelli imprenditoriali organizzati.

Se siete interessati o avete delle domande vi aspettiamo lunedì 21 dicembre dalle 17 alle 19 per l’Info Day presso FabriQ in Via Val Trompia 45/A

Per confermare la vostra partecipazione, potete iscrivervi qui

 

FAQ

REQUISITI 

1. Il bando è rivolto esclusivamente ad aziende operanti sul territorio del Comune di Milano? 

Viene richiesto che l’azienda singola o almeno la capofila, nel caso delle reti, abbiano sede legale o operativa nel Comune di Milano.

2. è necessario essere iscritte alla camera di commercio di Milano?

sì, è uno dei requisiti di ammissione.

3. è possibile essere capofila e/o partecipare in rete anche per aziende che hanno sede legale in un’altra città, ma comunque interessi e clienti a Milano?

I vincoli posti sono, essere iscritti alla Camera di Commercio di Milano ed avere una sede legale e/o operativa nel Comune di Milano.

4. vorrei partecipare al bando Start Up in rete con una Srl iscritta all’elenco delle start Up Innovative, è possibile?

sì, può partecipare.

5. è possibile fare domanda senza aver ancora creato l’impresa formalmente, ma impegnandosi a    crearla entro un tempo limitato nel caso di esito favorevole dal bando?

sì, entro i 15 giorni dalla comunicazione di accoglimento della proposta.

6. è previsto un tetto massimo di fatturato per potersi presentare? 

sì, quello previsto dalla normativa, ovvero 5milioni di fatturato e massimo 50 dipendenti.

7. Possono partecipare aziende di cittadini stranieri?

sì, se in regola con il permesso di soggiorno.

8. tra i soggetti  beneficiari si citano le “imprese individuali” ma devono essere intese in senso “ampio” cioè come “imprese singole”  e quindi non (ancora) associate oppure in senso più letterale solo come “ditte individuali” e quindi con esclusione delle società (ma tra i requisiti obbligatori si parla anche di “legali rappresentanti”, “amministratori” e “soci”)? 

sì, può partecipare sia come ditta individuale (persona fisica) che come impresa singola disposta ad aderire alle finalità del bando. Tutto quello che riguarda il resto della domanda, messo in parentesi, riguarda chi ha quel tipo composizione ovvero è impresa con al suo interno quelle cariche.

9. nel caso delle Reti di impresa già costituite valgono gli stessi requisiti richiesti per le imprese singole? e cioè:

a) Data di costituzione non antecedente al 19 novembre 2011? (48 mesi dalla data  di pubblicazione del bando)

b) Iscrizione al Registro Imprese della Camera di Commercio di Milano?

c) Le imprese componenti la Rete devono avere sede operative nel territorio del Comune di Milano?

Sì a tutte e tre le domande come già espresso sopra, almeno per quanto riguarda il capofila della rete.

10. Al momento di presentazione della domanda la rete deve essere già costituita?

No, l’impresa si può presentare singolarmente, fatta salva la volontà di creare la rete come previsto dal bando.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

11. come si fa a presentare domanda per il vostro bando? qual è il limite temporale per presentarlo?

è necessario compilare la domanda allegata al bando e presentarla con le modalità indicate nello stesso entro il 31/12/2015

12. nei documenti da allegare alla domanda, al punto 4, vi è la “tabella di autovalutazione” ma non mi è chiaro in che format debba essere espressa.

Il formato è libero, l’importante è che il documento non sia modificabile.

CONTRIBUTO

13. Il finanziamento è a fondo perduto ? 

Sì, non ne è quindi prevista la restituzione.

Il contributo è fino ad un massimo di € 2.500 per le spese correnti erogate in unica soluzione e € 12.500 per spese di investimento a seguito di verifica della documentazione e comunque non oltre il 50% delle spese sostenute.

14. In caso di ammissione al contributo, è possibile rendicontare spese presentate anche per altri bandi?

No, questa possibilità non è contemplata. Le spese rendicontate dovranno essere state effettivamente sostenute e accompagnate dai giustificativi di spesa.

15. La nostra startup ha già ricevuto dei finanziamenti pubblici, possiamo partecipare al bando?

Si, l’ammissione ad altri contributi pubblici non preclude la partecipazione al bando. Resta comunque valido il tetto stabilito dalla normativa europea sugli aiuti di stato (de minimis).

Abbonamento a Comune
Go to top